Malattie dell’apparato respiratorio

L’apparato respiratorio, tanto fondamentale per la vita, è anche vulnerabile a una varietà di malattie che possono comprometterne il funzionamento.

In Italia le patologie respiratorie hanno un’alta incidenza sulla popolazione, specialmente tra gli anziani. Comprendono malattie croniche, infezioni e condizioni influenzate da fattori ambientali e stili di vita.

La comprensione dei fattori di rischio e delle strategie di prevenzione è fondamentale per ridurre l’impatto di queste malattie sulla popolazione.

Allo stesso tempo, terapie adeguate e un buon livello di assistenza sanitaria sono determinanti per aiutare i malati e le famiglie ad affrontare la patologia quando si manifesta.

malattie respiratorie ossigenoterapia

 

Le malattie respiratorie più comuni in Italia

 

Asma

L’asma è una delle malattie respiratorie croniche più diffuse in Italia e colpisce tutte le fasce d’età. Caratterizzata da episodi di respiro sibilante, oppressione toracica e difficoltà respiratoria, l’asma è spesso scatenata da allergeni, inquinamento o sforzo fisico.

 

Rinite allergica

Questa condizione è caratterizzata da un’infiammazione delle mucose nasali dovuta a reazioni allergiche a sostanze come polline, acari della polvere o peli di animali. I sintomi comuni includono starnuti, prurito nasale, congestione e secrezione nasale. È molto diffusa tra la popolazione e influisce significativamente sulla qualità della vita dei pazienti.

 

Polmonite

Le infezioni respiratorie acute, come la polmonite, rimangono un serio problema di salute. La polmonite può essere causata da batteri, virus o funghi e si manifesta con febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie. È particolarmente pericolosa per i bambini piccoli, gli anziani e i soggetti immunocompromessi.

 

Insufficienza Respiratoria

L’insufficienza respiratoria si verifica quando i livelli di ossigeno nel sangue diventano pericolosamente bassi o i livelli di anidride carbonica diventano pericolosamente alti. Questa condizione può essere acuta o cronica ed è spesso causata da malattie polmonari o danni ai polmoni.

 

Bronchite Cronica

La bronchite cronica è una forma di malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD) che si manifesta con l’infiammazione delle vie aeree, causando una tosse duratura che può trascinarsi per mesi e ripetersi l’anno seguente senza altra causa sottostante diagnosticata. È spesso causata o aggravata dal fumo di sigaretta e dall’esposizione prolungata ad altri irritanti respiratori come polvere e inquinamento chimico.

 
malattie polmonari come bronchite cronica ed enfisema
 

Enfisema

L’enfisema è una malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD) che comporta la distruzione dei sacchetti d’aria nei polmoni (alveoli), il che porta a difficoltà respiratorie e a una ridotta capacità di ossigenazione del sangue. È spesso associata al fumo di sigaretta.

 

Fibrosi Polmonare

La fibrosi polmonare è una malattia caratterizzata dalla formazione di tessuto cicatriziale nei polmoni, che porta a una riduzione della loro capacità di espansione e a una diminuzione dello scambio di ossigeno. Può essere causata da fattori ambientali, come l’esposizione a polveri, o può avere cause sconosciute (fibrosi polmonare idiopatica).

 

Versamento Pleurico

Il versamento pleurico è l’accumulo di liquido nello spazio tra i polmoni e la parete toracica (cavità pleurica). Può essere causato da diverse condizioni, come infezioni, tumori e malattie cardiache, e può portare a dolore toracico e difficoltà respiratorie.

 

Sindrome da Apnea Ostruttiva del Sonno (SAOS)

La SAOS è una condizione in cui la respirazione si interrompe ripetutamente durante il sonno a causa del temporaneo blocco delle vie aeree superiori. Questo porta a sonno di scarsa qualità e può aumentare il rischio di problemi cardiovascolari. Le persone obese sono particolarmente a rischio.

 

Bronchiectasie

Le bronchiectasie sono una condizione patologica caratterizzata dalla dilatazione permanente e anormale dei bronchi, le grandi vie aeree nei polmoni. Questa malattia porta a un accumulo di muco che può favorire frequenti e persistenti infezioni.

 

Tubercolosi

La tubercolosi (TB) è una malattia infettiva causata dal batterio Mycobacterium tuberculosis. Colpisce principalmente i polmoni ed è particolarmente pericolosa negli anziani, più suscettibili a svilupparla a causa di un sistema immunitario indebolito. La presenza di altre condizioni mediche croniche, come il diabete, le malattie renali croniche o le malattie polmonari, aumenta il rischio di attivazione della TB (se si è già infetti dal bacillo) o di sviluppare forme più gravi (se esposti al bacillo di recente).

 

Cancro ai Polmoni

Il cancro ai polmoni è la forma più letale di cancro in Italia, con un legame significativo con il fumo di sigaretta. La diagnosi è spesso tardiva, e le possibilità di sopravvivenza sono maggiori quando la malattia viene rilevata precocemente.

 

Fattori di rischio

I fattori di rischio per le malattie respiratorie sono vari e spesso interconnessi.

Di seguito, i più rilevanti.

 

Fumo di sigaretta

Principale causa di BPCO e cancro ai polmoni, il fumo danneggia i tessuti polmonari e inibisce le normali difese respiratorie.
 
il fumo è un importante fattore di rischio per le malattie polmonari e respiratorie
 

Inquinamento ambientale

Sia l’inquinamento interno (edifici) che quello esterno, inclusi gas di scarico dei veicoli e fumo di biomassa usato per il riscaldamento, possono provocare o aggravare malattie respiratorie croniche.

 

Agenti patogeni

Virus e batteri sono cause comuni di infezioni respiratorie come la polmonite;

 

Condizioni di lavoro

L’esposizione a polveri, gas e fumi nocivi nel posto di lavoro incrementa notevolmente il rischio di malattie respiratorie.

 

Prevenzione

Le strategie di prevenzione dalle malattie respiratorie sono utili a minimizzare il rischio di infezioni e di  altre patologie polmonari.

Naturalmente, chi ha mantenuto uno stile di vita sano per tutta la vita è più protetto rispetto all’insorgenza di patologie, incluse quelle respiratorie e polmonari.

Ma non è mai troppo tardi per impegnarsi in pratiche salutari, e la decisione di seguire le raccomandazioni mediche può davvero salvare la vita, soprattutto nel caso di persone anziane.

Di seguito, le principali strategie da adottare.

 

Smettere di fumare

Il fumo di sigaretta, per via dei numerosi agenti chimici nocivi che contiene, danneggia il tessuto polmonare e compromettere il sistema respiratorio.

Fumare è la principale causa di molte malattie respiratorie e polmonari, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e il cancro ai polmoni. Perciò, smettere di fumare riduce significativamente il rischio di sviluppare queste malattie.

 

Evitare esposizioni a inquinanti

Limitare l’esposizione a inquinanti ambientali, come smog e fumo di seconda mano. Nei contesti lavorativi a rischio è importante utilizzare dispositivi di protezione individuale per proteggersi dalle sostanze chimiche nocive.
 
cosa fare per prevenire e combattere le malattie dell'apparato respiratorio
 

Qualità dell’aria interna

È importante migliorare la qualità dell’aria interna, sia a casa che a lavoro, evitando l’uso di prodotti che rilasciano fumi tossici, mantenendo una buona ventilazione nelle aree abitative e utilizzando purificatori d’aria se necessario.

 

Mantenere una buona igiene

Lavarsi le mani regolarmente e mantenere una buona igiene personale aiuta a prevenire la trasmissione di infezioni respiratorie, come il raffreddore e l’influenza, che in persone anziane e malate possono rappresentare fattori di rischio non indifferenti.

 

Vaccinazioni

Le vaccinazioni contro l’influenza annuale e altre malattie come la polmonite pneumococcica sono raccomandate, specialmente per bambini, anziani e persone con malattie croniche.

 

Alimentazione sana ed esercizio fisico

Per prevenire le malattie respiratorie e promuovere la salute generale dell’organismo, l’alimentazione e l’attività fisica sono fondamentali. Un’alimentazione ricca di frutta e verdura aiuta a rafforzare il sistema immunitario. L’esercizio fisico regolare migliora la capacità polmonare e tutte le funzioni vitali.

 

Gestione dello stress

Lo stress può avere un impatto negativo sul sistema immunitario e aumentare la vulnerabilità alle infezioni. Tecniche di rilassamento e una buona gestione dello stress sono importanti per la salute generale.

 

Combattere la solitudine

La solitudine è una condizione molto comune tra gli anziani ed è strettamente associata a problemi di salute mentale, come depressione, ansia e stress. Il sentirsi isolati può portare a una sensazione di tristezza e disperazione che nfluenza negativamente anche il sistema immunitario, rendendo l’individuo più suscettibile a infezioni e malattie, in particolare quelle cardiovascolari, ma anche le patologie respiratorie e polmonari.

 

Anziani e patologie respiratorie

L’incidenza delle malattie respiratorie in Italia varia significativamente tra le diverse classi di età:

  • Prima dei 55 anni le malattie respiratorie come l’asma sono più frequenti, interessando mediamente il 6% degli adulti;
  • Dopo i 55 anni si registra un incremento nell’incidenza delle malattie respiratorie croniche come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l’asma. La prevalenza di queste patologie aumenta notevolmente con l’avanzare dell’età;
  • Tra i 65 e i 75 anni più della metà delle persone soffre di una o più patologie croniche, con un’alta incidenza di quelle respiratorie e polmonari;
  • Dai 80 anni in poi le cardiopatie e il diabete raggiungono prevalenze dal 20 al 30%, seguite da un’alta frequenza di tumori, tra cui quello ai polmoni.

 
gli anziani sono più soggetti alle patologie respiratorie
 
Con l’avanzare dell’età il quadro clinico degli anziani colpiti da patologie respiratorie si complica: sono comuni le comorbilità (vale a dire la concomitante presenza di due o più malattie), il sistema immunitario è più debole e si è spesso in presenza di limitata autonomia fisica e/o cognitiva.

In questi casi i familiari del malato fanno tutto il possibile per aiutarlo nella quotidianità, ma spesso il loro impegno non è sufficiente e si rende necessario ricorrere a un supporto professionale.

 

Assistenti domiciliari per anziani affetti da malattie respiratorie

Gli assistenti domiciliari per anziani affetti da malattie respiratorie svolgono un ruolo cruciale nel mantenimento della salute dei loro assistiti.

L’assistenza si svolge presso il domicilio degli anziani o nelle strutture ospedaliere dove sono ricoverati.

assistenza domiciliare per anziani aiuto professionale a casa o in struttura di ricovero

Le MANSIONI svolte dagli assistenti domiciliari sono numerose:

  • Assistenza nelle attività quotidiane: vestirsi, spostarsi, mangiare, igiene personale;
  • Gestione dei medicinali: per somministrare i farmaci prescritti, assicurandosi che l’anziano assuma la giusta medicazione nei tempi corretti. Questo è particolarmente importante per i pazienti con malattie respiratorie che spesso necessitano di terapie complesse, come inalatori o ossigenoterapia;
  • Monitoraggio della salute: gli assistenti domiciliari monitorano regolarmente i sintomi e i segnali vitali dell’anziano, come la frequenza respiratoria e l’ossigenazione del sangue, per identificare qualsiasi segno di peggioramento della condizione respiratoria che possa richiedere interventi medici tempestivi;
  • Supporto alla mobilità ed esercizio: incoraggiando gli anziani a muoversi e fare attività fisiche, come passeggiate brevi o esercizi di fisioterapia, utili a mantenere la forza muscolare e la capacità respiratoria;
  • Educazione e consigli su come gestire meglio le condizioni respiratorie, compreso l’uso corretto degli inalatori, l’importanza di un ambiente privo di fumo e altre pratiche per minimizzare il rischio di infezioni respiratorie;
  • Compagnia e supporto emotivo per contrastare la solitudine e l’isolamento che molti anziani possono sentire;
  • Coordinamento con altri operatori sanitari, come medici e personale dell’ASL, per aggiornarli sulle condizioni dell’anziano, partecipare a revisioni del trattamento e coordinare visite mediche e interventi specialistici.

 

L’agenzia Assistenza Famiglia di Torino ha una lunga esperienza di supporto ai malati con problemi respiratori e polmonari.

Il nostro personale è composto da professionisti qualificati che possono intervenire entro poche ore dal primo contatto.

Le figure professionali che possono essere coinvolte sono principalmente infermieri, OSS e badanti qualificati.

Giorni e orari dell’assistenza vengono concordati con la famiglia in modo da coprire tutte le esigenze caso per caso.

Oltre a rappresentare un aiuto concreto per l’anziano in stato di bisogno, l’assistenza domiciliare privata svolge un ruolo rassicurante per tutta la famiglia.

Per ulteriori informazioni venite a trovarci in sede o contattateci online.