Salone del Gusto: Mangiando sano si guarisce prima

Salone del Gusto: Mangiando sano si guarisce prima

Food for Change è stato il tema dell’edizione 2018 di Terra Madre Salone del Gusto e lo spazio #foodforchange cibo e salute è stato realizzato in collaborazione con l’Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Torino (OMCeO), con ASL Città di Torino e il supporto di Slow Medicine.

MANGIARE BENE E’ UN DIRITTO DI TUTTI

Questo il messaggio dell’evento Terra Madre Salone del Gusto 2018 e Guido Giustetto (Presidente OMCeO Torino) afferma: “l’Ordine dei medici ha come compito istituzionale quello di mantenere alto il livello di conoscenza …. e di tutelare in questo modo il diritto alla salute dei cittadini”.

Ma mangiare bene dovrebbe essere anche un proposito che ogni persona si dà per vivere meglio e più a lungo. E’ inutile sottolineare che una buona alimentazione è importantissima per la salute degli anziani e noi di Assistenza Famiglia lo teniamo sempre in considerazione quando inviamo i nostri operatori sanitari a domicilio per assistere una persona anziana.

L’IMPATTO SUI PAZIENTI OSPEDALIERI

Andrea Pezzana (direttore di Dietetica e Nutrizione Clinica, ASL Città di Torino) dice “il cibo ha un’importanza enorme sul benessere del paziente e risulta ormai evidente la relazione tra la dieta e il percorso di cura di molte patologie. Il cibo è necessario per stare bene e il convegno nasce proprio dall’esigenza di rinnovare il sistema e sensibilizzare gli addetti ai lavori sul tema dell’alimentazione come strumento di terapia ma anche di piacere e benessere del paziente”.

Questionari provenienti dalle mense della Città della Salute e della Scienza di Torino dimostrano che i consumatori sono particolarmente interessati alla valorizzazione della qualità dei prodotti serviti nelle mense ospedaliere. Questo anche perchè il rapporto tra cibo e salute non deve limitarsi alla sola degenza ospedaliera ma deve anche diventare educativo e indirizzare i pazienti verso uno stile di vita e un’alimentazione più sana nel quotidiano.

Condividi questo articolo: