Ospedale San Giovanni Bosco di Torino: la cura delle persone prima di tutto.

ospedale san giovanni bosco di torino

Ospedale San Giovanni Bosco di Torino: la cura delle persone prima di tutto.

L’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino è una struttura ospedaliera di riferimento situata nella zona nord della città (quartiere Barriera di Milano). Offre una vasta gamma di specializzazioni e vanta importanti risultati nel campo della ricerca medica.

Inaugurato nel 1961, l’ospedale ha saputo mantenersi all’avanguardia nello sviluppo di innovative tecniche chirurgiche, conciliando l’utilizzo di nuove tecnologie, con approcci olistici alla cura delle persone.

Tra il 2022 e il 2023 ha intrapreso un processo di ristrutturazione migliorando sia le infrastrutture che i servizi offerti, come dimostra il nuovo blocco operatorio dotato delle più moderne tecnologie di distribuzione e filtrazione dell’aria, che lo certifica in classe ISO5 per interventi chirurgici complessi​​.

L’ospedale svolge un ruolo cruciale nella ricerca medica, specialmente nel trattamento delle malattie rare. Al sesto piano dell’ospedale, infatti, si trova un centro dedicato ai pazienti affetti da Malattie Rare, che fa parte della Rete Interregionale Malattie Rare per Piemonte e Valle d’Aosta.

Il Dipartimento di Oncologia è un’altra eccellenza dell’ospedale, noto per la gestione di una vasta gamma di tumori, tra cui il linfoma aggressivo, il cancro al seno, il linfoma non-Hodgkin a cellule B, il cancro alla vescica uroteliale, il linfoma di Hodgkin, il cancro cervicale, offrendo anche supporto e risorse per la gestione del dolore e la medicina oncologica personalizzata​​.

Questi aspetti evidenziano l’impegno dell’Ospedale San Giovanni Bosco nel fornire cure di alta qualità ai suoi pazienti, con un costante impegno nella ricerca e nell’innovazione per aumentare le opzioni di trattamento disponibili e le possibilità di guarigione dei malati.

Nel solco degli insegnamenti di Don Bosco, il santo torinese (fondatore dei Salesiani) da cui prende il nome l’ospedale, il San Giovanni Bosco sostiene con impegno principi di umanizzazione delle cure e di sensibilizzazione ai bisogni dei malati e delle loro famiglie.

umanizzazione della cura ospedale don bosco torino

  

Umanizzazione degli spazi e dei servizi di cura

La recente ristrutturazione che ha interessato l’ospedale “Don Bosco”, ha prodotto il riammodernamento degli ambienti del Pronto Soccorso, l’aggiunta di nuovi ambulatori e un ampliamento dell’area di accettazione per migliorare l’accoglienza di pazienti e visitatori.

Inoltre, sono stati realizzati: un’area dedicata ai bambini, una biblioteca, una sala congressi e un servizio per la dispensazione dei farmaci.

Particolarmente significativa la creazione di una Stanza del Silenzio, un luogo destinato al raccoglimento e alla preghiera.

Al sesto piano della struttura è stato predisposto un Centro di Ascolto per le persone affette da malattie rare, gestito direttamente dalle associazioni dei pazienti, con l’obiettivo di informare le famiglie sugli aspetti legati alle malattie rare.

Sono state costruite due torri ascensori esterne per separare il trasporto dei pazienti dal flusso di utenti esterni, con ricadute positive sul lavoro degli operatori e il benessere dei pazienti.

Infine, sono stati eseguiti numerosi interventi di miglioramento tecnico-funzionale in vari reparti:

  • Anatomia Patologica (piano interrato);
  • Poliambulatorio Maxillo-Facciale (1° piano);
  • Ambulatori di Oculistica (2° piano);
  • Blocco operatorio all’avanguardia negli interventi chirurgici complessi (2° piano);
  • Day Hospital Oncologico con centro di accoglienza per i pazienti oncologici (3º piano);
  • Reparto di Cardiologia studiato per ricevere molta luce naturale e dotato di tecnologie di climatizzazione più ecosostenibili (3º piano);
  • Day Hospital Multidisciplinare e Chirurgia Multidisciplinare (4° piano);
  • Reparto di Chirurgia d’Urgenza (5° piano).

 
ristrutturazione ospedale san giovanni bosco di torino, nuovi reparti e nuove tecnologie
  

Innovazione tecnologica e interventi chirurgici all’avanguardia al Don Bosco di Torino

L’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino è un centro all’avanguardia in molti ambiti della medicina e della chirurgia, come dimostrano le numerose innovazioni tecniche introdotte negli ultimi anni in vari reparti, nonchè alcuni interventi chirurgici che ne hanno confermato la fama a livello nazionale e internazionale.

 

Nuove tecnologie per l’Area Multidisciplinare di Cardiologia Emodinamica

Recentemente, l’ospedale ha inaugurato quattro nuove sale angiografiche, situate nell’area multidisciplinare di cardiologia emodinamica e radiologia interventistica. Queste sale sono equipaggiate con tecnologia all’avanguardia, inclusi angiografi digitali dedicati a vari tipi di interventi, sistemi IVUS (ecografia intravascolare on-line) e un sistema EchoNavigator per la fusione on-line di immagini radiologiche ed ecografiche. Questo ambiente altamente tecnologico consente di raggiungere una classe di contaminazione ambientale ISO 7, grazie a un sofisticato sistema di climatizzazione e filtrazione dell’aria, migliorando così la sicurezza e l’efficacia degli interventi​​​​.

 

Chirurgia Robotica Mininvasiva

Un’altra innovazione significativa è stata l’introduzione della piattaforma robotica Da Vinci, che rappresenta un notevole passo avanti nella chirurgia minimamente invasiva. Questo robot (utilizzato anche in altri ospedali: Molinette, Maria Vittoria, Clinica Fornaca) permette ai chirurghi di operare con precisione millimetrica, riducendo i tempi di ospedalizzazione e di recupero per i pazienti, oltre a minimizzare il dolore post-operatorio. Questo strumento ha ampliato le possibilità chirurgiche dell’ospedale in diversi campi, inclusi urologia, ginecologia, chirurgia generale e toracica​​.

 

VATS Lobectomy: chirurgia polmonare mininvasiva

La VATS Lobectomy, o toracoscopia video-assistita, è una tecnica chirurgica mininvasiva introdotta una decina di anni fa all’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Questa procedura è utilizzata per l’asportazione di un intero lobo polmonare e rappresenta un’alternativa avanzata alla toracotomia tradizionale. Grazie all’utilizzo di piccole incisioni e l’uso di una minitelecamera ad alta definizione, è possibile operare con minore invasività rispetto agli interventi tradizionali che richiedono incisioni ben più ampie.

Non necessitando del divaricatore di parete, questa tecnica produce molto meno dolore postoperatorio, permettendo ai pazienti di riprendere più velocemente la respirazione normale e di essere dimessi più rapidamente. La VATS Lobectomy è particolarmente vantaggiosa per i pazienti con tumori polmonari periferici operabili, e secondo gli specialisti dell’Ospedale San Giovanni Bosco, l’80% di questi tumori potrebbe essere trattato con questa tecnica.

 

Complesso intervento di chirurgia addominale

Nel 2017, l’equipe chirurgica dell’ospedale San Giovanni Bosco ha portato a termine una complessa operazione di duodenopancreatectomia su una donna ottantenne. L’intervento, protrattosi per nove ore, è stato particolarmente complicato a causa dell’estesa dimensione del tumore, una massa di 20 centimetri nell’addome superiore, che si è rivelato essere una rara forma di neoplasia mucinosa cistica del pancreas. Nonostante la complessità dell’intervento, la paziente ha evitato il ricovero in terapia intensiva in fase post-operatoria e ha potuto tornare a casa dopo un periodo di degenza di soli 12 giorni.

 

FibroLab

A gennaio del 2024 all’ospedale “Don Bosco”, espressione del Centro Universitario di Eccellenza per le Malattie Rare, Nefrologiche e Reumatologiche dell’Asl Città di Torino, è stato inaugurato il FibroLab, un innovativo Laboratorio di Ricerca traslazionale dedicato allo studio delle sequele dell’infiammazione e del danno renale.
 
assistenza ospedaliera notturna ospedale don bosco torino
  

Assistenza Privata all’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino

Gli operatori sanitari di Assistenza Famiglia assistono i pazienti dell’ospedale fornendo un servizio indispensabile per molte famiglie che non riescono ad assistere i loro cari per tutto il tempo necessario.

Ottenuto il permesso dal reparto del ricoverato, possiamo intervenire entro poche ore dalla ricezione della richiesta, facilitati dalla nostra vicinanza all’ospedale, che si trova e poca distanza dalla nostra sede.

Forniamo assistenza ospedaliera privata, notturna e diurna, negli orari e per il tempo che fa comodo alla famiglia. I costi dell’assistenza variano a secondo della quantità di ore richiesta e della figura professionale coinvolta: il prezzo orario di un’infermiera è necessariamente superiore al prezzo orario di una badante, benchè molto esperta.

Come agenzia privata siamo lieti di operare all’interno del San Giovanni Bosco. Lo facciamo con grande dedizione e sensibilità verso i malati e le loro famiglie, consapevoli dell’importanza del nostro ruolo.

Possiamo assistere i pazienti anche in Pronto Soccorso nel caso il processo di presa in carica da parte del reparto si prolunghi inaspettatamente.

Se vuoi richiedere assistenza contattaci o vieni a trovarci in sede per una chiacchierata conoscitiva. Ti aspettiamo.

Condividi questo articolo: