A Carnevale ogni scherzo vale, se condiviso con la persona giusta

A Carnevale ogni scherzo vale, se condiviso con la persona giusta

In queste settimane c’è molta allegria nell’aria. Ed è proprio per questo che più sotto includiamo il nostro articolo con una filastrocca a tema. Nelle strade si vedono bimbi vestiti da principi e principesse lanciare coriandoli e stelle filanti, sorridenti e pieni di energie. Felici di fare scherzetti ai propri amici e anche di riceverli da loro. Perché alla fine di questo si tratta, poter condividere questi momenti con i proprio amici e con la compagnia giusta.

Pranzo e cena
Pulcinella e Arlecchino
cenavano insieme in un piattino:
e se nel piatto c’era qualcosa
chissà che cena appetitosa.
Arlecchino e Pulcinella
bevevano insieme in una scodella,
e se la scodella vuota non era
chissà che sbornia, quella sera.

-Gianni Rodari

Se ci pensiamo bene Gianni Rodari con una piccola filastrocca sottolinea una grande verità: non ha importanza cosa c’è nel piatto, ciò che conta davvero è con chi lo dividi.

Che sia per gioco o per condividere un pasto è la compagnia ciò che renderà tutto più bello e piacevole, e di questo noi di Assistenza famiglia di Zappalà Giuseppina ne siamo convinti. Ecco perché scegliamo con cura le operatrici che assistono gli anziani, perché ne va della salute della persona assistita.

Se chi offre sostegno lo fa con amore e allegria, come le nostre assistenti domiciliari, anche un periodo di difficoltà si può trasformare, nei limiti del possibile, in un periodo piacevole. Per noi, che operiamo in Torino e provincia da ormai oltre 20 anni, è essenziale che chi usufruisce dei nostri servizi sia soddisfatto non solo dalla nostra professionalità ma anche e soprattutto dal lato umano delle nostre collaboratrici e che rimanga un piacevole ricordo del tempo trascorso insieme.

Così come scegliete le vostre compagnie per il tempo libero, non mancate di scegliere con attenzione l’assistenza per i vostri cari. Con gli anziani in particolare va vinta la maggiore diffidenza che si accompagna a un’accresciuta vulnerabilità, assistiti da un’abile e piacevole operatrice sanitaria ogni momento sarà da ricordare proprio come i sorrisi dei bimbi mascherati da principi e principesse.

Condividi questo articolo: